lunedì 13 febbraio 2012

Quanto chiedono al metro quadro in Antardide?

Ci sto pensando sul serio, credete sia la solita boutade di chi non ha nulla da dire. Va bene, un pò è anche quella.
Fatto sta che fa freddo, ma non fuori di casa dove i bambini restano incollati alle altalene ed i vecchini scivolano per strada come palle da Bowling su piste appena cerate.
Io ho freddo in casa, al caldo focolare della 'propria' dimora. 'Propria' è un pò una parola grossa, diciamo che al 90% è delle banche, al 8% dei genitori, al 1,5% del subaffitario e poi, si il resto rimane nostro.
Capisco che sia difficile anche solo immaginare, dall'alto del proprio Termo autonomo-stufa-Caldaia ad uranio impoverito- buoi  e asinelli, ma io non ho nulla di tutto ciò. Io ho un meraviglioso Termo-centralizzato, dotato di mirabolanti valvole per regolare l'emissione di calore in una scala che varia dal 'niente' al 'con una polmonite almeno ti fai un mese di ricovero e stai al caldo'. Quando mi installarono queste valvole non capii la loro funzione e le schernivo, girandole a mo' di Dj, per pavoneggiarmi davanti agli amici. Ho pagato questo atteggiamento da sbruffone di periferia, al pagamento della prima rata di condominio: ho dato la colpa allo Spread, come mio solito quando le cose non vanno, ma mi hanno spiegato, con qualche pacca sulla spalla, che questa volta non c'entrava.
A parte gli scherzi, non mi sembrava di aver esagerato nei consumi, a parte il fatto che partivo per la trasferta lavorativa il lunedì e tornavo al venerdì, lasciando tutte le valvole girate al massimo. Dicono che in mia assenza, alcuni panettieri locali venivano a cuocere il pane a casa mia, per ridurre i costi. Mi spiegherei quella baguette, che ritrovavo costantemente al mio rittorno.
Va bene, dopo queste scottanti lezioni di vita, da persona intelligente, quale fingo di essere, ho trovato la soluzione ai miei problemi: questo inverno ho girato tutte le valvole sullo '0'. Questo '0' è significativo perchè il mio appartamento ha assunto temperature vicine allo 'Zero Assoluto' (chi canticchia qualche motivetto è scemo, più di me), ovvero - 273°C.
Tanto per non farsi mancare nulla, l'inverno più glaciale dopo il BigBang (chi canticchia è scemo due volte) mi ha accolto tra le sue braccia, come Barbara D'Urso con uno dei suoi casi umani a Pomeriggio 5.
Io non so come facciano a sopravvivere gli altri condomini, visto che alle ore 22, come per magia, il Gasolio sta al mio palazzo come il posto fisso sta alla monotonia.
In effetti,ora che ci penso, all'ultima riunione condominiale non c'è stata molta affluenza.
Ho provato ad andare a dormire prime delle 22, ma, poco dopo il coprifuoco termico, mi sono svegliato coi baffi gelati. E pensare che non ho i baffi!
L'alternativa consiste nell'andare a dormire con la tuta da sci, ancora con lo Skipass coindolante, che ti rende fashion. Ti svegli in un bagno di sudore, perchè alle 7 accendono la fornace comune, pompando il doppio del calore che mi avrebbe scaldato per tutta la notte.
La soluzione definitiva è la rimozione forzata di tutti i termosifoni, da utlizzare piuttosto come comodi divani o tavolini di Art Decò.
Al loro posto una bella Stufa moderna, da 8 miliardi di Kilowatt, alimentata a Pellet, il combustibile del futuro (se continua così, finiremo pure per mangiarcelo).
Altro che tagli e manovre tanto decantate, qui si porge la mano al'evoluzione tecnologica.
Resta sempre aperta la pista del monolocale al Polo, in fondo, l'allenatore professionista di Curling è sempre stato nel mio Dna.

6 commenti:

  1. Ti esprimo tutta la mia solidarietà, anche perchè nella mia zona fa un freddo cane (espressione non casuale perchè quando stamattina sul presto ho portato fuori il mio quadrupede per i bisognini di rito... brrr!).
    Quanto al riscaldamento condominiale, temo non ci sia speranza: io sono passato da quello centralizzato a quello autonomo e... fa freddo lo stesso.
    Più interessante, invece, l'opzione antartica: potresti contattare i russi che sono appena giunti al mitico lago Vostok, le cui acque, se non ho capito male, non sono freddissime (relativamente, si intende): potrebbe essere che ci costruiscano un bel complesso residenziale :-)

    RispondiElimina
  2. Mi sto già immaginando la palafitta, stile Maldive, sul Lago Vostok. Contatto il mio architetto di fiducia, grazie per la dritta!

    RispondiElimina
  3. Posso vantarmi di non essere scemo 2 volte?

    RispondiElimina
  4. Dai Conte, canticchia un pochino!

    RispondiElimina
  5. ti sto leggendo da 3 minuti e già ti adoro! blog geniale

    RispondiElimina